.
Eolo
recensioni
LA VETRINA DEL T.R. SARDO
LA SETTIMA EDIZIONE SI E'SVOLTA ALLE VETRERIE DI CAGLIARI di Renzo Raccanelli

Siamo andati in Sardegna, Valeria Ottolenghi e Nicola Viesti , Gigi Gherzi e Bruno Tognolini, Stefano Braschi e io. Invitati da Paola Lai, mamma del Circuito Pubblico per lo spettacolo e da Giancarlo Biffi di Cadadie Teatro. Abbiamo inaugurato la settima Vetrina Teatro Ragazzi sarda. Incoraggiati da Remo Rostagno ( A Cuba !!! mannaggia ) e da un suo monito : '…in questi momenti occorre darsi una mano perché ho l’impressione che i pericoli che si stanno correndo siano davvero rilevanti. Dopo anni di quiens e di piccoli aggiustamenti siamo al nodo della questione, all’incrocio tra l’arte del teatro, il senso sociale dell’arte e la necessità di disegnare nuovi orizzonti… '

Nessuno di noi sapeva che ci fosse una vetrina Teatro Ragazzi Sarda. Né che ce fossero state altre 6 edizioni. Ed invece dura due settimane e vi partecipano 200 insegnanti della provincia. Li abbiamo visti con i nostri occhi. Altrettanti chiedono di entrare. Le maestre si iscrivono al corso di aggiornamento, e scelgono di frequentare uno degli 8 laboratori residenziali. Vedono 26 spettacoli di altrettante compagnie sarde e prendono visione di 12 laboratori, 3 progetti speciali e 15 spettacoli di compagnie 'del continente '.
Tornati negli 80 comuni della Provincia di Cagliari che aderiscono al Circuito Pubblico per lo Spettacolo, maestre e professori andranno dal sindaco segnalando spettacoli e laboratori da fare nel 2005. Se il comune ha soldi e teatro (ma in sardegna le compagnie devono adattarsi) paga il 50% circa del cachet. Il Circuito fa biglietteria (2€ a bambino) e copre i restanti costi. I dati del 2004 parlano di '….19 compagnie sarde, 4 gruppi di importazione peninsulare (sic!) per un totale di 65 spettacoli distribuiti in 18 comuni nel periodo compreso tra febbraio e dicembre. Agli spettacoli si affiancano 20 laboratori + diversi incontri, mostre e seminari… '
Qualsiasi provincia del continente, è in grado di fare la stessa cosa, dal punto di vista dei numeri. Ma non conosco vetrine concepite come 'corso di aggiornamento sul teatro…e occasione di incontro tra i diversi operatori del mondo teatrale e di quello scolastico… ' Il prezioso lavoro di Paola Lai sta dando i suoi frutti : di anno in anno, le maestre hanno preso contatto con il mondo del teatro ragazzi sardo. Più difficile, invece, il lavoro e l'incontro fra gli operatori. Di qui la volontà di fare Festival di cui diremo fra poco.

Alla vetrina ci sono 23 compagnie sarde. Cadadie teatro ha inaugurato con 'Radio Cipolla ' .Per bambini 8-14 anni. E' la storia di un viaggio alla ricerca di un punto 'magnetico '. Una volta trovato, il mondo si libera dai lupantropi. Recitato da due eccellenti attori, Mauro Mou e Silvestro Ziccardi con la regia di Giancarlo Biffi, lo spettacolo si svolge intorno, dentro e sopra un apecar del '68 utilizzato come radio emittente oltre che per trasportare cipolle. Da anni Cadadie teatro porta avanti una ricerca intorno alle tecniche del narrare, senza artifici e trucchi, guardando negli occhi chi ascolta, rispondendo al loro ed al nostro bisogno di fare di nuovo comunità intorno a temi scomodi Ora debutteranno con 'Arcipelaghi ' in scena Alessandro Mascia e Pierpaolo Piludu per la regia di Alessandro Lay. Visibile l'11,12,13 marzo a Libera Scena a Napoli. Lo spettacolo è un'altra tappa del progetto di narrazione e letteratura sarda di Cada Die. Vi si racconta la cruda storia del piccolo Giosuè che viene ucciso perché ha visto troppo ma nessuno sa chi è stato. Per vedere, invece 'Mariposa ' spettacolo storico di Teatro ragazzi di Cada Die andare a Barletta 5,6,7 aprile.

Alla vetrina ho potuto vedere Teatro Tages. In scena il marionettista Agostino Cacciabue , milanese trapiantato a Quartu S. Elena. A vista, il marionettista racconta storie minime, senza parole, ma con musica, con leggerezza e buona ispirazione come si vedeva fare a Parigi fino ad alcuni anni fa. Marionette bellissime e a tratti così ben costruite da Agostino stesso, da sembrare vere. Nella sala accanto Theatre en vol con 'Mod JZK come librarsi con un libro ' con i giovanissimi acrobati e giocolieri Luca e Andrea Piallini di Forlì, nuova generazione di attori del gruppo sassarese che predilige la strada, la piazza, il parco e le feste private al palcoscenico e l'Europa all'Italia. www.theatrenvol.org

Interessante, a proposito di teatro fuori dai teatri Teatridimare 2005 - progetto permanente di navigazione teatrale a vela alla sua quinta edizione - della compagnia càjka diretta da Francesco Origo , genovese ed attore di fama. A bordo di una barca a vela di 13 metri guidata dallo stesso Origo, gli attori sbarcano e recitano sulla banchina dei porti della Liguria, del Sud della Francia, della Toscana, della Sardegna e della Corsica. I Teatridimare 2005 - quinta edizione - li potremo vedere, a luglio, anche sul lago d’Iseo. Consultate il sito www.ciajka.it

La vetrina sarda del Teatro Ragazzi 2005 è fatta alle Vetrerie , magnifico complesso quasi finito, con teatro da 200 posti, tre sale, un bar e uffici. Alla periferia della città. Di proprietà del comune e gestito da Cadadie. L'edificio (www.lavetreria.net) è circondato da un'area verde immensa. Tra sempreverdi robinie e piante secolari, Giancarlo Biffi sogna palchi e gradinate, tendoni da circo, parate di strada e treppi da giocolieri. Ed è proprio alla Vetreria che Giancarlo Biffi ci dà appuntamento tra il 5 ed il 10 giugno del 2006 per la prima edizione del festival nazionale 'Ultimo Giorno di Scuola ' Il festival contagerà le compagnie isolane e farà vedere alle maestre spettacoli di grande valore. Di scambi artistici e confronti utili alla crescita del teatro ragazzi italiano c'è bisogno più che mai. E se sono vere le voci ed i sussurri, le prossime stagioni potrebbero riservare alcune sostanziali sorprese. Specialmente al sud.

RENZO RACCANELLI

Stampa pagina  Link alla pagina

Segnala questo articolo ad un amico:

Tuo nome

Tua mail

Nome amico

Mail amico




Torna alla lista