.
Eolo
assitej
Assitej e Unima Italia
Presentazione

ATIG (ASSOCIAZIONE NAZIONALE del Teatro per l’infanzia e la gioventù)


CENTRO ITALIANO ASSITEJ

COSTRUIRE INSIEME IL NUOVO TRIENNIO 2013-2015

PREMESSA
L’Assitej, Associazione internazionale del Teatro per bambini e giovani, attraverso il suo statuto approvato nel marzo 2011, riconosce il diritto di tutti i bambini e giovani all’arricchimento attraverso le arti e le proprie tradizioni culturali, in particolare il teatro come “espressione universale del genere umano che ha quindi il potere di mettere in relazione gruppi di persone nel mondo e di svolgere un ruolo importante nell’educazione delle giovani generazioni”. L’Assitej mettendo al centro della propria essenza i bambini e giovani, riconosce la forza del teatro che attraverso la sua pratica li aiuta ad esprimere” le loro speranze, sogni e paure” a sviluppare e approfondire l’esperienza, l’intelligenza, l’emozione e l’immaginazione, e inoltre “ispira scelte etiche aumentando la consapevolezza dei rapporti sociali e incoraggiando l’autostima, la tolleranza, la fiducia, e la libera espressione delle opinioni”.

INTENTI DEL CENTRO ITALIANO ASSITEJ
“L’Atig - Centro Italiano Assitej in linea con lo statuto internazionale promuove lo sviluppo, e la divulgazione del teatro per l’infanzia e la gioventù attraverso spettacoli ad alto livello artistico e sostiene iniziative e attività di formazione teatrale idonee allo scopo”.

A partire da questo Art. 3 dello statuto e attraverso il seguente documento L’Associazione intende rendere noti gli intenti e le azioni future al fine di perseguire gli scopi per cui l’Associazione internazionale è nata nel 1965. Nella recente Assemblea, riunitasi lo scorso 20 marzo a Bologna presso il Teatro Testoni, le tematiche e le iniziative proposte per l’attività del prossimo triennio sono state numerose.
Cercheremo qui di riassumerne al meglio i contenuti e le proposte procedendo per aree.

Area informazione e comunicazione
L’Associazione intende rafforzare la comunicazione dell’attività del Teatro ragazzi sia in Italia che all’estero, favorendo la circuitazione delle informazioni, in primis tra le realtà del Teatro ragazzi in Italia che si attivano o partecipano in varie forme e a vario titolo a progetti in collaborazione con Paesi di tutto il mondo (tournée, bandi, progetti tematici e formativi).
A tal fine è emersa l’importanza di rinnovare le strategie di comunicazione attuate fino ad ora, adeguando gli strumenti in utilizzo e sviluppandone di nuovi.

Questi i primi intenti progettuali:
1) potenziamento visibilità del web con una nuova veste del sito e connessione a siti di festival internazionali, nonché di Assitej International;
2) riedizione del nuovo catalogo delle Compagnie Associate, anche in forma più ampia e non esclusivamente cartacea;
3) identificazione di uno spazio dedicato all’Attività dell’Atig-Centro Assitej all’interno della rivista «Eolo».
Area collaborazione e messa in rete delle risorse e competenze
Un altro punto, ritenuto molto importante, è la messa in rete delle forze e delle esperienze singole ed Associative al fine di potenziare la rappresentatività del Teatro Ragazzi in Italia ed all’estero, in relazione
ad Istituzioni pubbliche e realtà private che promuovono e finanziano la cultura e le arti per l’infanzia.
Da qui anche l’intenzione di potenziare la collaborazione tra Assitej ed ASTRA attraverso iniziative e momenti di confronto in cui le singole competenze e strumenti possano favorire un ampliamento delle informazioni, sia a livello nazionale (ai professionisti del teatro ragazzi) che internazionale, nonché la messa a punto di piattaforme comuni di lavoro per favorire scambi di competenze artistiche e organizzative, ma anche l’informazione relativa a progetti in generale all’estero ed in particolare transfrontalieri.
Ulteriore importante obiettivo è la redazione di un manifesto del teatro ragazzi che sappia riflettere i cambiamenti più recenti e restituire la nuova fisionomia.
Lo stimolo alla partecipazione dei soci, sia singoli che compagnie, dovrà essere favorita anche attraverso occasioni di confronto e scambio di esperienze di buone prassi come di progetti futuri, inserite ad esempio in cornici festivaliere o in eventi specifici.

Area formazione
In più occasioni è stata rilevata la necessità di affrontare il problema della formazione nei suoi diversi aspetti e significati:
- conoscenza e analisi dello stato dell’arte del Teatro ragazzi attraverso attività di ricerca e valutazione della situazione attuale sia dal punto di vista delle buone pratiche che del quadro economico delle imprese in
collaborazione con le Università disponibili ed interessate al settore;
- conoscenza e apprendimento della storia del Teatro ragazzi italiano ed estero, dei suoi passaggi, linguaggi e pratiche attraverso l’organizzazione di seminari intergenerazionali in cui artisti e operatori possano trasmettere le proprie conoscenze in uno scambio proficuo di prospettive artistiche e progettualità del fare teatro per
l’infanzia e la gioventù;
- analisi del rapporto teatro-educazione, riportando l’attenzione sull’importanza dell’esperienze del fare teatro da parte dei bambini e giovani, a partire dal concetto di animazione teatrale legato alla nascita del Teatro ragazzi in Italia fino alle esperienze più recenti e innovative di pratica educativa attraverso il teatro, in un confronto con le esperienze straniere.

BENEFICI IMMEDIATI PER I SOCI
- inclusione nel nuovo catalogo, cartaceo e web, in vista del prossimo Assitej world congress of Theatre for Children and Young Audiences (Varsavia, 23-31 maggio 2014)
- inclusione sul sito dell’Associazione, in vista del prossimo Assitej world congress of Theatre for Children and Young Audiences (Varsavia, 23-31 maggio 2014)
- aggiornamento sulle iniziative dell’Associazione e di Assitej International

PRIME PROGETTUALITÀ e INCONTRI 2013-2014

9-10 maggio 2013
presso il Festival Segnali, Teatro del Buratto, Milano
diffusione del presente documento tra gli operatori partecipanti.
http://www.teatrodelburatto.it/segnali.html

16 maggio 2013, ore 19.30
presso il Festival Maggio all’infanzia, Teatro Kismet OperA, Bari Diffusione della progettualità 2013-14 agli operatori presenti al Festival, anche al fine di favorire un allargamento degli aderenti (campagna di tesseramento).
Incontro con compagnie associazioni e free-lance del teatro ragazzi per un confronto volto a puntualizzare le potenzialità di Assitej, un’occasione per raccogliere i reali bisogni delle compagnie e ricevere così spunti di riflessione per migliorare e focalizzare ulteriormente e concretamente le finalità dell’Associazione.
http://www.maggioallinfanzia.it/

20-30 giugno 2013
Facing the artist: 2nd Assitej International Meeting, presso Linz
(Austria), in collaborazione con il Festival SCHÄXPIR
http://www.assitej-international.org/2nd-assitej-international-meeting-in-linz/

30 ottobre - 3 novembre 2013
presso il Festival Segni d’infanzia
Presentazione delle buone Pratiche del Teatro ragazzi, a cura di Ateatro.
http://www.segnidinfanzia.org/

marzo 2014
presso il Festival Visioni di Futuro, Visioni di Teatro…, La Baracca Testoni, Bologna
http://www.testoniragazzi.it/index.php
Assitej world congress of Theatre for Children and Young Audiences (Varsavia, 23-31 maggio 2014)

NOTE CONCLUSIVE
Ora più che mai si ritiene di massima importanza continuare a rafforzare il ruolo del Teatro e delle arti in generale ai fini educativi e di crescita dell’individuo. Proprio nei momenti di crisi economica e politica è indispensabile radunare le forze e competenze nel proprio Paese, ma soprattutto in relazione e interazione con gli altri Paesi del mondo, nel rispetto e scambio delle proprie diversità culturali: è questo l’atto culturale al momento forse più rivoluzionario e paradossalmente più innovativo. In risposta a ciò chiediamo ai già soci dell’Assitej Italia e a tutti coloro che vorranno farne parte di collaborare agli intenti ed azioni future utilizzando al meglio gli spazi, i tempi e le iniziative che Assitej continuerà a mettere a diposizione.

ASSITEJ - ORGANIGRAMMA
Comitato esecutivo
Presidente: Giovanna Palmieri
Vicepresidente: Cristina Cazzola, Luigi Marsano
Segretario: Barbara Pizzo
Tesoriere: Claudia Casella
Revisori dei conti: Sangiovanni Giordano (presidente), Gimmi
Basilotta, Anna Giuliola, Rupert Raison
Comitato Nazionale:
Cristina Cazzola – Giovanna Palmieri – Luigi Marsano – Barbara Pizzo
– Claudia Casella - Sangiovanni Giordano – Gimmi Basilotta – Anna
Giuliola – Ruper Raison – Valeria Frabretti – Graziano Melano - Fabio
Naggi – Giuditta Mingucci

ASSITEJ - CONTATTI
e-mail: assitej.italia@transeuropetheatre.it
sito internet: http://www.transeuropetheatre.it/
A seguito dell’elezione del nuovo direttivo, la nuova sede è in definizione.

ASSITEJ – Come Associarsi
Per associarsi occorre:
- Compilare il modulo allegato e inviarlo via e-mail come allegato
- Versare la quota associativa per l’anno 2012 che ammonta a:
200 euro per i Soci effettivi (persone appartenenti a Istituzioni,
Associazioni, compagnie di professionisti che svolgono attività in
favore del teatro e dello spettacolo per ragazzi e giovani);
50 euro per i Soci aderenti (persone appartenenti a compagnie di non
professionisti e quanti dimostrino serio interessamento al teatro
ragazzi e giovani e contribuiscano alla sua diffusione e realizzazione).
Le quote associative possono essere versate sul conto intestato a:ATIG
Associazione Nazionale del Teatro per l’Infanzia e la Gioventù.

IBAN: IT25 F076 0101 0000 0005 4517 230



L'UNIMA (Union Internationale de la Marionnette),  



inizia a Praga, Cecoslovacchia, il 20 maggio 1929, nell'occasione del V Congresso dei marionettisti cechi, evento al quale furono invitati artisti e studiosi della Bulgaria, Francia, Jugoslavia, Germania, Austria, Romania e Unione Sovietica. L'idea di fondare una associazione internazionale prese forma in una atmosfera di festosa amicizia nei locali del teatro Rise Loutek (Il regno delle marionette) nei sotterranei della Biblioteca Municipale di Praga.
L'UNIMA (Union Internationale de la Marionnette) molto velocemente superò la piccola cerchia d'amici per diventare un organismo mondiale dando vita alla prima struttura internazionale di associazionismo teatrale.
I primi soci di UNIMA dopo Praga, si incontrarono a Parigi, sempre nel 1929, poi ancora a Liegi nel 1930. L'incontro, che ebbe luogo a Ljubjana nel 1933, fu l'ultimo prima dello scoppio della seconda guerra mondiale. Ad esso parteciparonorappresentanti di quattordici nazioni e, fatto eccezionale, anche un giovane rappresentante degli Stati Uniti d'America.
Neanche la guerra però riuscì a rompere le relazioni che i marionettisti avevano stabilito fra di loro, così che con ogni mezzo essi riuscirono a mantenere vivi i contatti fra loro. È dunque alla "prova del fuoco" di questo periodo bellico che fu testata l'indistruttibilità e la solidarietà che hanno caratterizzato gli inizi della storia di UNIMA e i suoi successivi sviluppi.
Nel 1957, di nuovo a Praga, ebbe luogo il primo incontro di UNIMA del dopo guerra. Con questo congresso le attività furono rilanciate e l' evento segnò, almeno per i burattinai, la fine della "guerra fredda". E' in questa occasione che nasce Unima quale oggi la conosciamo: un vero e proprio centro internazionale, che si dà un'organizzazione di lavoro e determina il riconoscimento e la valorizzazione dell'attività del teatro di figura nel mondo.
Naturalmente questo risultato non è stato raggiunto se non dopo un progressivo avvicinamento a principi sempre più democratici nella conduzione dell'associazione, attraverso la formulazione di statuti via via più aperti al coinvolgimento degli iscritti e che ha portato nel 1992, nel Congresso di Ljubljana, al varo di uno statuto che permette a tutti i paesi membri, al di là del loro potere economico, di partecipare durante i congressi, al Consiglio, con consiglieri eletti proporzionalmente al numero degli iscritti.
Prima del Congresso di Ljubljana, dopo molti congressi svoltisi in Europa, nel 1980 si tiene il primo Congresso negli Stati Uniti, a Washington, e poi nel 1988 in Giappone, nel 2004 a Perth in Australia e il prossimo si terrà in Cina,a dimostrazione che Unima è ormai una associazione dal respiro mondiale, con 63 paesi partecipanti e più di 5000 iscritti.
Al Presidente e al Segretario generale si affiancano Commissioni territoriali e Commissioni di studio. La sede di Unima è in Charleville Mézières (Francia) dove si trova anche l'Istituto Internazionale della marionetta e la Scuola Superiore Nazionale delle Arti della Marionetta (Esnam).
Unima, con l'appoggio di UNESCO, ha pubblicato l'Enciclopedia Mondiale delle Arti della Marionetta, edita in francese (Entretemps) e presentata all'ultimo Festival Mondiale di Charleville Mézières svoltosi dal 18 al 27 settembre 2009.
Dopo il succedersi di Presidenti e Segretari di varie nazionalità attuali Segretario e Presidente (2012-2016) sono rispettivamente Jacques Trudeau (Canada) e Dadi Pudumjee (India)


L'UNIMA (Union Internationale de la Marionnette), fondata nel 1929, è un'Organizzazione Internazionale Non Governativa che gode di uno statuto consultativo presso l'UNESCO e riunisce delle persone di tutto il mondo, le quali contribuiscono allo sviluppo dell'arte dei burattini e delle marionette al fine di servire con quest'arte i valori umani, quali la pace e la mutua comprensione tra i popoli, senza distinzione di razza, convinzione politiche o religiosa, la diversità delle loro culture, in conformità con il rispetto dei diritti fondamentali dell'essere umano, come sono definiti nella Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo delle Nazioni Unite del 10 dicembre 1948.
Durante l'ultimo Congresso Mondiale che ha avuto luogo a Changdu in Cina è stato confermato  presidente per il periodo 2012 - 2016 Dadi Pudumjee (India) e Segratario Jacques Trudeau (Canada).
Il Centro Unima Italia viene fondata  a Roma nel 1980 al Teatro Argentina.
Per il periodo 2012- 2016 è stato eletto Presidente Aldo de Martino (Napoli) e Segretario Veronica Olmi (Roma).

Cosa offre Unima:
L'orgoglio di appartenere alla forma di Teatro più antica del mondo.
Contatti , Fratellanza e Amicizia con persone di tutto il mondo, burattinai o marionettisti (amatori o professionisti che fanno la promozione di quest'arte attraverso il loro lavoro) o soltanto innamorati dell'arte della marionetta.
Sostegno al lavoro artistico, alla formazione professionale, allo studio e alla ricerca
Convegni tematici, Riunioni ed Incontri, Conferenze, Festival
Opportunità di incontrare persone coinvolte in tutti gli ambiti della marionetta (Terapia, Educazione e Pedagogia, Formazione Artistica e Professionale, Ricerca, Documentazione, Collezionismo, Mostre...)
Informazioni e Pubblicazioni sullo sviluppo della marionetta nel mondo e sul Patrimonio di materiali artistici
Laboratori e Corsi
Patrocinio per le iniziative riconosciute di alto valore artistico e sociale
Tutela del Patrimonio Materiale ed Immateriale del Mondo della Marionetta e del Teatro di Animazione
www.unimaitalia.net      www.unima.org

Segretariato Generale dell'UNIMA
10, Cours Aristide BRIAND - B.P. 402
08000 Charleville-Mézières - Francia
Tel : +33 (0)3 24 32 85 63
Fax : +33 (0)3 24 32 76 92
Email : sgi@unima.org
 
Segreteria Nazionale UNIMA ITALIA
Via Pietro Manzi, 2 - 00152 Roma - Italia
Email : unimaitalia@gmail.com
 +39.331.9785028
 +39.339.8057058





Download:

• Associarsi a Assitej Italia


Stampa pagina  Link alla pagina

Segnala questo articolo ad un amico:

Tuo nome

Tua mail

Nome amico

Mail amico




Torna alla lista