.
Eolo
recensioni
PICCOLI RECENSORI CRESCONO
A Porto Sant'Elpidio Emanuele De Cintio 10 anni recensisce"Sulle ali della notte" di Alice Casarosa

Uno spettacolo spettacolare


Quando sono arrivato, sudato e accaldato, dopo una bella pedalata, con il mio tesserino da giudice sulla maglietta mi avviai all’ingresso del teatro. Un ragazzo ci ha detto di accomodarci…sul palco! Quando siamo entrati…era buio e fresco. Sul palco c’erano delle sedie…erano per noi, il pubblico…che emozione! In un attimo ero sul palco e mi sentivo attore, non proprio perché ero comunque seduto.

C’era un’atmosfera misteriosa: piccole luci ondeggiavano in aria come fantasmi, un velo bianco, immobile, copriva un gruppo di piccole casette, lo scricchiolio delle assi del palco faceva da sottofondo ed una maschera da gufo, sopra ad una lampada ci fissava muta ed inquietante.

Ed ecco:”Gentile pubblico, buon giorno!” la famosa frase che precede l’inizio di ogni spettacolo…Il buio!

L’inizio! Da sotto il velo spunta all’improvviso un’attrice, nascosta anche da un ombrello di pizzo bianco, aperto. Che sorpresa!! Con voce lenta e dolce comincia a raccontarci la storia dell’uomo della sabbia. Si fa aiutare, nel racconto, dalle casette presenti nella scena grazie all’uso di piccole luci colorate che si accendevano e spegnevano al ritmo delle parole. L’uomo della sabbia, che non era altro che la maschera da gufo, ogni notte scendeva dalla luna e regalava sogni ai bambini in cambio di desideri nuovi. Dopo diverso tempo i bambini non cedettero più in lui che se ne andò. L’attrice ci ha invitato, infine, ad esprimere dei desideri e così è tornato l’uomo della sabbia tra noi.

In questo spettacolo si sono accavallate molte emozioni: suspense, paura, allegria, gioia, tristezza, tranquillità e serenità.

Anche se di breve durata è stato uno spettacolo spettacolare!!

Se vi capita affrettatevi, i posti sono limitati! …


Emanuele Di Cintio

10 anni, Pescara



Recensione vincitrice del concorso indetto all'interno del Festival "I teatri del mondo"

Motivazione: L’autore è un bambino della giuria che descrive la sua partecipazione emotiva a tutti i momenti dello spettacolo con linguaggio ricco ed espressioni originali fino al gioco linguistico dello “spettacolo spettacolare”.





Stampa pagina  Link alla pagina

Segnala questo articolo ad un amico:

Tuo nome

Tua mail

Nome amico

Mail amico




Torna alla lista