.
Eolo
assitej
IL REPORT SULL'INCONTRO ASSITEJ DI MANTOVA
L'INCONTRO SI è SVOLTO IL 31 OTTOBRE A MANTOVA DURANTE SEGNI D'INFANZIA

Atig - Assitej Italia tra presente e futuro

Report dall’incontro ATIG

Mantova, 31 ottobre 2013

Si è svolto il 31 ottobre scorso Atig - Assitej tra presente e futuro, l'incontro di Asssitej Italia organizzato nella cornice del festival Segni d’infanzia a Mantova. Dopo una breve introduzione sulle azioni intraprese da marzo 2013, tra cui la costruzione del nuovo sito, in corso d’opera, e interventi ai festival e meeting europei, si sono affrontati alcuni punti importanti per procedere attivamente per il futuro ruolo dell'Associazione a sostegno e sviluppo del teatro ragazzi italiano.

Alcuni interventi hanno messo in evidenza alcuni punti deboli e altri punti di forza che caratterizzano il nostro settore teatrale per poter procedere operativamente con proposte concrete che rafforzino il teatro ragazzi sia in Italia che all'estero.

Dal ricco e propositivo confronto tra i partecipanti, per quanto riguarda la situazione italiana è emerso in particolare che il teatro ragazzi italiano a differenza di molti altri paesi europei è poco seguito e supportato dalle istituzioni e che esso è molto eterogeneo, particolarità che spesso porta a una mancanza d'identità causata da una troppa autoreferenzialità e povertà di mezzi. A partire da tale considerazione è stato  dunque proposto un osservatorio Assitej sulle produzioni e progetti del teatro ragazzi italiano.

Appare quindi necessario ritrovare più rigore nelle proposte da parte delle compagnie stesse che producono e operare per un maggior riconoscimento e appoggio istituzionale.

Per favorire il raggiungimento di questo scopo, si è ritenuto importante:

1. operare per un protocollo d'intesa tra ASTRA e Assitej per un reciproco sostegno e avvaloramento da parte del istituzioni

2. creare attraverso Assitej una piattaforma di proposte da presentare alle Istituzioni in primis il MIUR.

Tale piattaforma può partire da una raccolta dati sulla produzione e formazione del teatro ragazzi ad opera comune di Astra, Assitej e Agita, concordando specifiche iniziative nei confronti del MIUR sul tema della professionalità, delle competenze e del profilo dei formatori.

In particolare sul tema della formazione sono emerse alcune proposte operative a breve e lungo termine: la creazione di un calendario di seminari e momenti formativi anche residenziali in collaborazione con le università italiane per studenti e giovani sul tema dell'animazione teatrale, iniziando a contattare alcune facoltà universitarie più aperte ed interessate all'argomento.

Per quanto concerne i rapporti con l'estero è stato presentato il progetto della Fondazione teatro ragazzi e giovani di Torino dal titolo "terre comuni" un esempio di progetto trans frontaliero con alcune regioni della Francia. Su questo punto sono emerse diverse necessità dalle esperienze singole ed i compagnie che hanno intrattenuto rapporti con i paesi europei e extraeuropei.

La necessità di presentare il teatro ragazzi italiano con un'immagine e delle iniziative che diano un'idea del teatro ragazzi italiano nel rispetto delle diverse identità ma puntando contemporaneamente sui suoi punti di forza che attualmente sono riconosciuti all'estero,trovando un brand che lo rappresenti.

La necessità di porsi anche come acquirenti e ospiti di realtà straniere, definendo una strategia di ospitalità e circuitazione delle proposte straniere.

Per operare nelle direzioni indicate sono emerse alcune proposte operative realizzabili a breve termine, in vista del meeting mondiale di Varsavia :

  1.  1. Individuazione di specifiche modalità e strumenti per essere rappresentati al meeting nel maggio 2014
  2.  2. Realizzazione di un video che rappresenti la qualità estetica riconosciuta al teatro ragazzi italiano ed anche alcuni aspetti creativi dal punto di vista organizzativo; realizzazione di un video in cui ogni compagnia o singolo socio ha un tempo breve per definire che cosa è per ognuno di loro il teatro ragazzi in Italia parlando anche di festival e residenze (da potersi avviare già il 4 dicembre p.v., in occasione della prossima assemblea ATIG)
  3.  3. Affiancare al video un intervento live da parte delle compagnie ospiti al Festival di Varsavia
  4.  4. Sarebbe utile la candidatura italiana al premio Honorary Presidents’ Award a Varsavia: un premio riconoscimento a qualcuno o qualche realtà che opera nel teatro ragazzi che rappresenta un eccellenza, una persona uno spettacolo, un testo, un festival, una compagnia o quant'altro che sia rappresentativa del teatro ragazzi italiano da candidare entro il 1 dicembre 2013 e che verrà, premiato al meeting di Varsavia. ATIG si impegnerà quindi a favorire le candidature e a selezionare quale sostenere presso Assitej International
  5.  5. La partecipazione al meeting sul progetto Facing the audience, ovvero incontri e confronti sul tema del pubblico, progetto triennale a cura di Assitej international: l'idea emersa è quella di poter relazionare incrociando alcune ricerche svolte nel settore in passato, integrandole con alcune informazioni attuali che si possono raccogliere attraverso specifiche domande sul tema del pubblico ragazzi da far circolare tra le realtà del teatro ragazzi italiano. 


Questa la sintesi delle tante idee e proposte operative emerse da questo proficuo incontro.

Con l'augurio di continuare su questa impegnativa ma interessante strada, invitiamo i soci a sentirsi sempre più partecipi e coinvolti nelle iniziative nella perseverante convinzione che le energie di ognuno possono contribuire alla ricchezza creativa comune che ancora ben rappresenta il nostro paese. 



Stampa pagina  Link alla pagina

Segnala questo articolo ad un amico:

Tuo nome

Tua mail

Nome amico

Mail amico




Torna alla lista