.
Eolo
festival/vetrine
FESTIVAL DELLA NARRAZIONE DI ARZO
AD ARZO IN TICINO

Il Festival internazionale di narrazione di Arzo, festeggia la sua quindicesima edizione con una serata d’apertura speciale.  Nel chiostro dei Serviti di Mendrisio, mercoledì 27 agosto, Roberto Anglisani racconterà la storia di Mozart. Con lui sul palco alcuni musicisti ospiti del Festival Ticino DOC organizzato da Musica nel Mendrisiotto, per un evento unico, coprodotto dai due Festival.

Giovedì 28 agosto in scena un’altra artista che ha segnato la storia di questi quindici anni: Laura Curino in Scintille, racconta con amore e determinazione la storia di Lucia Maltese, 20 anni, e di sua sorella Rosa,14 anni, due ragazze, due donne, due delle 146  scintille che hanno illuminato il cielo di New York, la sera del 25 marzo 1911, lanciandosi nel vuoto per sfuggire al fuoco divampato nella Triangle Waistshirt Company. Dal rogo della TWC si sprigionerà la protesta delle donne e questa tragedia diventerà uno dei precedenti storici per l’8 marzo. Ai racconti di donne sarà dedicata un’attenzione speciale in questa edizione con la presenza di alcuni artisti nuovi per il pubblico di Arzo. Sabato sera sarà Nunzia Antonino a ricostruire in Lénor la vita di Eleonora de Fonseca Pimentel: poetessa, scrittrice e una delle prime donne giornaliste in Europa, nella sua appassionata e faticosa esistenza combatté sino al patibolo la volgarità e l’inganno, l’ignoranza e la barbarie. E storia di soprusi e violenza è quella narrata in Bocche di dama, da Angela de Gaetano che dello spettacolo è autrice, interprete e regista: la storia della vita calpestata di Mariuccia rivendica il diritto alla diversità e all’amore. In Dissonorata. Un delitto d’onore in Calabria è un uomo a raccontare la donna: Saverio La Ruina, che in questo suo sdoppiamento rifugge ogni cliché e porta in scena insieme l’evocazione del vissuto più intimo di una donna e la riflessione di un uomo sulle sue colpe e manchevolezze.

Saverio La Ruina sarà ad Arzo anche con Italianesi, uno spettacolo che svela una pagina di storia sconosciuta o volutamente dimenticata.

Come sempre ampio spazio anche agli spettacoli per i bambini, il sabato e la domenica pomeriggio, e agli eventi speciali: Sista Bramini ci guiderà in un cammino tra i miti; con Alberto Nicolino sarà possibile seguire un percorso per adulti alla riscoperta del valore profondo delle fiabe.

 




Stampa pagina  Link alla pagina

Segnala questo articolo ad un amico:

Tuo nome

Tua mail

Nome amico

Mail amico




Torna alla lista