.
Eolo
recensioni
L'ULTIMA LUNA D'ESTATE
Terminato il bellissimo festival del Teatro Invito a cui la Regione Lombardia ha tolto il contributo

Nella valle del Curone in uno splendido paesaggio costellato di ville e cascine tra Como e Lecco si è conclusa l'undicesima edizione del Festival del teatro popolare di ricerca L’ ULTIMA LUNA D’ESTATE organizzata dal Teatro Invito. Il programma che affrontava intelligentemente il tema delle identiità culturali ha visto alternarsi sui palchi disseminati nei luoghi del parco spettacoli di grande qualità Licia Maglietta-Vladimir Denissenkov – “Manca solo la domenica”/ Piccola Compagnia della Magnolia – “La casa di Bernarda Alba” / Roberto Abbiati - “Pasticceri”/–Teatro Regionale Alessandrino/ G. Vacis - “Sinagosity”/ Moni Ovadia/Promomusic – “Rabinovich e Popov” – Andrea Cosentino – “Antò le momò”/ Mario Perrotta – “Italiani Cìncali” /Giorgio Scaramuzzino – “Il mondo alla fine del mondo”/ – Alexian Group – Musiche rom: Montevecchia, Cascina Butto/ La Piccionaia/I Carrara – “Strada Carrara”/Filarmonica Clown - “Chicago snake”/ La danza immobile – “L’idiota”/ Eventi verticali – “Intuizioni verticali”/ Gianmaria Testa e Gabriele Mirabassi - “Da questa parte del mare”

Spettacoli sempre accolti da un pubblico numerosissimo. Per tutta risposta tre giorni prima del Festival la Regione lombardia ha deciso di annullare il contributo di ottomila euro Nelle edizioni precedenti si sono avvicendati artisti quali Moni Ovadia, Virgilio Sieni, Davide Riondino e Sandro Lombardi, Marco Baliani, Ascanio Celestini, Giovanna Marini, Laura Curino, Natalino Balasso, Gabriele Vacis, Lucilla Giagnoni, Beppe Rosso, Eugenio Allegri, Nanni Svampa, Giuliano Scabia, Davide Enia, Davide Van de Sfroos, Gianluigi Trovasi e Gianni Coscia, nonché artisti provenienti da Croazia, Russia, Ungheria, Portogallo, Spagna, Svizzera, Algeria, Senegal. Il Festival è organizzato da Teatro Invito (compagnia di rilevanza artistica nazionale secondo il Ministero per le Attività Culturali) con la collaborazione di dodici Comuni (Casatenovo, Cernusco Lombardone, Lomagna, Merate, Missaglia, Montevecchia, Olgiate Molgora, Osnago, Perego, Rovagnate, Sirtori, Viganò), del Parco Regionale di Montevecchia e val Curone, della Provincia di Lecco, Consorzio Brianteo di Villa Greppi.

La nostra rivista stigmatizza in modo assolutamente forte la decisione della Regione Lombardia di annullare il contributo al Festival e si muoverà per far in modo che l'ente possa l'anno prossimo ritornare sui suoi passi.

Stampa pagina  Link alla pagina

Segnala questo articolo ad un amico:

Tuo nome

Tua mail

Nome amico

Mail amico




Torna alla lista