.
Eolo
festival/vetrine
TEATRO DA TAVOLO
A GRUGLIASCO 3 4 OTTOBRE

CITTÀ DI GRUGLIASCO
ISTITUTO PER I BENI MARIONETTISTICI E IL TEATRO POPOLARE
SOCIETÀ LE SERRE


FESTIVAL DI TEATRO DA TAVOLO
Prima edizione
3 - 4 ottobre 2020

Villa Boriglione – Museo Gianduja
Parco Culturale Le Serre – via Tiziano Lanza, 31 - Grugliasco
Ingresso libero su prenotazione obbligatoria – posti limitati


Nasce a Grugliasco il primo Festival di Teatro da Tavolo: un distillato di festival che in un semplice tavolo trova la sua ragion d’essere. Un tavolo che equivale a un intero palcoscenico, su cui recitare, appoggiare, muovere o mostrare. Un tavolo come spazio scenico oppure come funzionale oggetto di scena. Sta all’estro degli artisti invitati decidere come meglio utilizzarlo. Il gioco è semplice: nelle sale di Villa Boriglione saranno allestite tre postazioni: un tavolo e otto poltrone per il pubblico.
Verranno presentati ben 12 spettacoli in due giorni, alcuni di durata normale altri di 15 minuti che si alterneranno a catena, dato che gli attori si sposteranno da una stanza all’altra col loro bagaglio di storie. Storie molto diverse tra loro, così come molto diversi saranno gli spettacoli in cartellone, perché appunto, pur essendo “distillato”, si tratta di un festival vero e proprio, con tanto di pluralità di proposte.
All’iniziativa hanno aderito Silvano Antonelli, Silvia Battaglio, Ugo Benvenuto, Cristian Barbato, Marco Gobetti, Claudio Milani, Claudio Montagna, Oliviero Pari, Paola Roman, Nicola Stante, Elisabetta Zurigo.
Il Festival organizzato dall’Istituto per i Beni Marionettistici e il Teatro Popolare in collaborazione con la Città di Grugliasco e la Società Le Serre si svolgerà il 3 e 4 ottobre in Villa Boriglione nel Parco Culturale Le Serre.
Ingresso libero.

Dato il numero limitatissimo di posti la prenotazione è assolutamente obbligatoria telefonando al numero 360457237.

PROGRAMMA

SABATO 3 OTTOBRE
ore 17
Claudio Montagna – Teatro e Società, Q
Il viaggio della vita di un adolescente sullo sfondo della nascita del cristianesimo: una microstoria per appuntare la Storia e farne un viatico per l’esistenza.

Ore 18,30
Paola Roman, I meravigliosi animali di Stranalandia
Al pianoforte Oliviero Pari
Quasi un super(mini)quark nell’immaginario alla scoperta d’uno scombiccherato bestiario favoloso…

Ugo Benvenuto, La storia della principessa Sopracciglia che vaga sulla terra per trovar chi se la piglia.
Un gioco di rime estrosissimo che inanella personaggi e situazioni in una girandola di ritmo e folgorazioni per tuffare la nostra realtà in un umorismo scanzonato, ma neanche poi troppo…

Cristian Barbato, Due bagattelle in tazza
Una tazzina fumante di napoletanità, attraverso schegge, voci, ricordi, favole antiche che si mescolano nella memoria con tutta la loro fragranza.

Ore 20,30
Claudio Montagna/Teatro e Società, Q
Il viaggio della vita di un adolescente sullo sfondo della nascita del cristianesimo: una microstoria per appuntare la Storia e farne un viatico per l’esistenza.

Ore 21,45
Nicola Stante, Preghiera di notte n° 3 da dirsi nonostante un frastuono
Un concreto apparecchiare il tavolo per un nutrimento impalpabile: così presente e assente come la corrispondenza con chi è già altrove...

Elisabetta Zurigo, Il segreto di Zia Comare
Storia di un matrimonio per procura, di una rapida vedovanza, o forse solo di un imbroglio… alla conquista della libertà.

Silvia Battaglio, Blu – Primo passo
Viaggio nell’evocazione della fiaba, alla ricerca di un luogo, di un sogno, di un ricordo perduto, per disegnare i fili di una memoria che si fa danza, suono, parola sussurrata e lieve.

DOMENICA 4 OTTOBRE
ore 17
Claudio Montagna – Teatro e Società, Q
Il viaggio della vita di un adolescente sullo sfondo della nascita del cristianesimo: una microstoria per appuntare la Storia e farne un viatico per l’esistenza.

ore 18,30
Marco Gobetti, Di come precipita il doppio di un migrante
Un uomo maliano precipita verso il centro della terra insieme a un uomo italiano, che riesce solo più a parlare in piemontese: a tradurre le sue parole provvederà l’uomo maliano…

Silvano Antonelli, Canzoni da Tavolo
Canzoncine apparecchiate, dalle tantissime inventate da Silvano per parlare di bambini e della loro vita, con tanto incanto e altrettanto disincanto.

Claudio Milani, Racconti della Scatola Rossa
Una scatola magica da cui escono piccoli oggetti, musica e bolle di sapone. Ogni volta che si apre non si sa quale storia inizierà…


Stampa pagina  Link alla pagina

Segnala questo articolo ad un amico:

Tuo nome

Tua mail

Nome amico

Mail amico




Torna alla lista